home · Accademia per il Giappone

Il Progetto Kibou Japan

dal sito ufficiale del progetto Kibou Japan (www.kiboujapan.org)

L'11 marzo 2011, il Giappone è stato colpito da una catastrofe naturale senza precedenti. Il sisma, di magnitudo 9.0, con epicentro nell'Oceano Pacifico, al largo della regione nord-orientale dell'arcipelago, ha dato originecontemporaneamente ad uno tsunami ed ad incidenti nelle centrali nucleari (Livello 7). E' il più grande terremoto avvenuto nel Giappone orientale dal dopoguerra in poi. Nonostante sia trascorso un anno dal grande terremoto, il numero delle vittime supera le 15.000 unità e ci sono tuttora all'incirca 8.000 persone disperse ed ovunque circa 120.000 sono costrette a vivere nei centri di accoglienza.



Nasce subito il progetto "vacanza e risanamento" in Italia
L'iniziativa è mirata ad accogliere e sostenere:

Bambini esposti alle radiazioni provenienti dall' area di Fukushima e zone limitrofe che possano soggiornare, essere curati e comunque accolti presso famiglie di volontari.
I ragazzi saranno, in ottemperanza alle normative previste dal ministero del lavoro, accuditi per un periodo di almeno 30 giorni presso realtà valutate dalle tre associazioni (ONLUS) distribuite sul territorio nazionale.
I gruppi sono accompagnati da personale Giapponese formato dalle corrispondenti associazioni NPO (no profit organization).
Il Progetto NPO giapponese ha raccolto donazioni e trovato supporti economici in tutta la nazione, ma principalmente dai genitori giapponesi che hanno aderito, per i biglietti aerei. I costi relativi al soggiorno in Italia (alloggi, vitti, trasposti locali ecc) sono a carico delle ONLUS italiane.

Kibou Japan ha concretizzato la propria iniziativa per il periodo luglio-agosto, in collaborazione con le ONLUS Puer, Aiutiamoli a vivere, Gruppo accoglienza bambini bielorussi, permettendo al primo gruppo di giovani fruire dell'ospitalità italiana.

Chiunque abbia la possibilità di ospitare uno o più bambini durante l'estate può contattare i responsabili del progetto dal sito ufficiale: www.kiboujapan.org.

 

Insieme a Ca' Foscari per il Giappone 2012

In occasione dell'anniversario dello tsunami di Fukushima, l'Università di Venezia ha organizzato una manifestazione di beneficenza per finanziare il progetto Kibou Japan.

L'Accademia ha partecipato organizzando due laboratori di tecnica manga condotti dalla fumettista e insegnante Misao Tsukioka.

I laboratori si sono svolti presso il Dipartimento di Studi sull'Asia e Africa Mediterranea, Palazzo Vendramin, Dorsoduro 3462 , Venezia.

I partecipanti hanno avuto la possibilità di contribuire al progetto Kibou Japan facendo un'offerta libera oppure acquistando una Fude Pen o una copia del fumetto Yggdrasil autografata da Misao Tsukioka al prezzo di 10,00€.
Il guadagno è stato interamente devoluto a sostegno del progetto.